Cosa fa una neomamma (insomma) insonne a casa da sola quando ha sganciato la pupa a letto?

Stira, dici.

Eh, ma se non ne ha voglia?

Guarda film.

Ho visto La Casa (Evil Dead), la versione del 2013, chè le altre me le sono già viste tutte da un bel pezzo ed occupano un posto importante nel mio immaginario (sì, mi va di scrivere banale, problemi!?!?) dal primo, inquietante e malato agli altri due capitoli, molto più leggeri e spiazzanti, con Bruce Campbell che è … Dicevo! Ho visto il remake di non mi ricordo chi, che comunque è stato seguito da Raimi.

Negli ultimi anni i remake degli horror vengon via un tanto al kilo, alcuni buoni, altri orridi, ma nel complesso nessuno tra quelli che ho visto mi ha fatto gridare alla merda.

Beh, La Casa…

La Casa è un GRAN film Horror. Altrochè. Non è nemmeno un remake in senso stretto, perchè ci sono delle profonde differenze col primo, anche a livello di sceneggiatura, è un film che sta in piedi benissimo da solo, violentissimo, splatter ai limiti del disturbo (ai limiti, niente di sconvolgente, intendiamoci) ben recitato e ben fotografato. Bello.

Se ti piace il genere. Che a me piace. Insomma, senza entrare nella storia che è risaputa, il film riesce bene a fare il suo mestiere, fa paura, inquieta, è bellissimo a livello visivo. Gli effettacci non sono in CGI e si vede, sono realistici e genuini.

Cosa manca? Quello che manca a (quasi) tutti i film horror degli ultimi anni (eccetto Martyrs, che horror non è e che rimane uno dei miei film preferiti degli ultimi anni), il senso di malato, angosciante, squallido. La Casa di Raimi aveva proprio questo grande pregio, quando lo vidi la prima volta ero già grandicella, eppure il senso di inquietudine che mi aveva dato il film me lo sono portata dietro per un bel pezzo. Non è questione di splatter (anche lì il sangue abbondava, ma erano effettacci da 1981 a 0 budget) è una questione di atmosfera complessiva del film.

Quello che non è riuscito a fare Fede Alvarez (così come Nispel vs. Tobe Hooper) è creare l’atmosfera malsana, malata, angosciante di quei film.

Non è difetto da poco, ma considerando cosa gira ora nell’ambito horror, La Casa di Alvarez rimane un GRAN bel film. Con una protagonista eccellente ed una speranza (dopo i titoli di coda) 😉

 

Annunci