Mhm, è da un bel pezzo che straccaino le ovaie con la storia della decadenza di Berlusconi da Senatore (non sapevo neanche che fosse Senatore, pensavo deputato), ma tra ieri e ieri l’altro hanno veramente polverizzato i coglioni.

Insomma è decaduto. Che uno dovrebbe pensare “Ah, tè che sei Cuminiscta (che non è mica vero) sarai contenta, sarai!! che gliene hai scritte di tutti i colori a quel poverrrruomo!!” Beh, invece no. Nel senso… Non me ne frega niente.

E’ stata talmente pompata ‘sta storia del cazzo, e mica solo dai vari berluscones dei miei coglioni, che non me ne frega niente. Colpo di Stato!!! Maccheccazzo dici?!?!?! Non vedo Militari in assetto di Guerra, non vedo cambiamenti nè della forma politica, nè una presa di Potere da parte di chicchessia con la forza. Non vedo niente.

Vedo solo delle macchiette patetiche (da tutte le parti) che si sbraccaino per una dichiarazione ridicola, colma di ignoranza e perfettamente inutile. Vedo delle signore che sono state elette in Parlamento, che sembrano vecchie bagasce, tirate, gonfiate, truccate, truccate come troie da strada (con rispetto per chi fa una vita sicuramente difficile e disagiata, contrariamente a loro, nullafacenti da sempre) che invece di lavorare stanno in strada a fare nulla. Vedo un enorme cortina fumogena, alzata per nascondere il nulla che c’è in Italia. Alzata congiuntamente da tutti.

Non mi fa piacere, non mi dispiace, non me ne frega NIENTE. Niente.

In compenso io son solo caduta – senza de – ieri. Come al solito, per fortuna la piccola era saldamente ancorata alla navicella, piuttosto distante da me che salivo su una sedia. BUM! Franata per terra. Come al solito.

Quello sì che è dolore, altrochè decadenza.

A breve (sèèèèèèèèè, credici!) una bella recensione letteraria – doppia.

Annunci