E’ scoppiata una fabbrica in Texas. Cioè, non è che si sia verificata un’esplosione, in una fabbrica in Texas. E’ esplosa tutta, tipo. Ciò ha comportato una strage orrenda. mancano i conti ma si legge di un centinaio (o poco meno) di morti. 

Cazzo. Com’è possibile che una fabbrica intera esploda? Io pensavo succedesse solo nei film di Brusuillis. Invece succede. 

A Roma stanno per eleggere il Presidente della Repubblica. La cosa mi lascia del tutto indifferente. Il livello di ridicolo in ambito politico istituzionale è già stato raggiunto e superato da tempo. Marini? E sia Marini, c’ha la pipa, come Pertini, così saranno tutti contenti quelli che dicono che Pertini.. Aaaahhhhh, Pertini! Uuuuuuhhhh, Pertini! 

Io mica me lo ricordo, Pertini. Quindi non me ne frega niente. Nè di Marini, nè di Pertini.

Tutto quanto sopra era per fingere interesse per il mondo esterno.

 

Rush finale per l’operazione “si sloggia”, io ovviamente per un po’ me ne resterò qua, Illo farà su  e giù (in senso di viaggio verso nord – viaggio verso sud) dopodichè, mi trasferisco anch’io. Cioè, anche noi. Gatto incluso. Sta studiando il Francese, baideuei.

Sono stufa. Ma stufa. Ma stufa che non ne posso più. Manca ancora un mese e mezzo, ma non  ne posso più. Fanculo la gravidanza, la gioia,  la meraviglia di questo irripetibile (mica vero, è ripetibilissimo) evento della vita di una donna. Fan-cu-lo. Ho male dappertutto, i piedi come due borracce di quelle che ti davano a scout, la schiena che mi sembra di esser finita sotto a un trattore, non digerisco niente, giacchè la salama ha ben pensato di occupare tutto lo spazio disponibile per il mio stomaco, piscio ogni tre minuti e scorreggio come un Jumbo jet.

Stu-fa!!! Esciiiiii!!! Esci da questo corpoooooooooooooooooooooo!!!! 

Ho già fatto richiesta e firmato per l’epidurale, ho chiesto se mi potevano – già che siam lì – fare l’anestesia totale, ma dice che non è bene per la bambina. Peccato. Mi mantengo in magnifica forma – ho smesso di pesarmi due mesi fa, confortata dalle parole del medico in famiglia: “Fottitene” – andando fuori a fare due passi la mattina, piccole commissione, stronzatine, c’è caldo ora. Cosa che fa sì che io sudi come una scrofa ed emani un odore da porcilaia, dopo mezzora che mi son docciata. Ho la sensazione di essere lo zimbello dei negozianti dei dintorni, ma magari mi sbaglio.

Solo perchè sono agile come Jabba the hutt. Figurati.

Abbiamo – sì, sì, davvero! Ab-bia-mo, insieme – deciso una rosa ristrettissima di nomi. 3. Iniziano tutti con una vocale. A me piacciono tutti, quindi vedremo.

La prossima persona che mi dice “Ma che beeelllaaaaaaa che sei!! Sei cosììì…”, così che, ziocan!?! Così GRASSA? Così INCINTA? Così GOFFA? La uccido. Mi ci siedo sopra e la ammazzo a scoregge.

Annunci