Durante le feste e durante l’inverno in genere (ma anche in primavera estate e autunno, a dir la verità) a me piace molto mangiare la pasta col ragù.

O anche il pane col ragù, o i grissini o i cracker. O anche mangiare il ragù da solo.

A me piace il ragù, ecco.

Ma mi piace quello buono, quello che fa la mia mamma o mia nonna, o mia suocera, o io. O quello di qualche ristorante, ma proprio solo qualcuno. Piuttosto che mangiare quello “compro” da supermercato mangio il minestrone, giuro.

Siccome mia mamma il ragù NON me lo fa mai (fa male alla bimbaaa, sei GRASSA, datti una regolata!) e mia suocera nemmeno (te lo farei tanto volentieri bimba, ma stiamo partendo per … inserire località più o meno esotica ed affascinante, a piacere) me lo faccio io.

Tiè! E me lo faccio anche BELLO GRASSO. Come dio comanda.

Ingredienti: (perchè ne venga abbastanza, non so dire quanto di preciso, ma n’importa, più è meglio è)

Un bel paio di salamelle (Non grassissime, anzi meglio leggere)
350 gr. di polpa mista maiale- manzo. Buo-na! Non sta a nar a torla al … supermercato … che i lè sa tuti che la carne del famila ghè i antibiotici e l’è sgionfa de ormoni e no la sa da un casso. Eto capìo?
350 gr. di polpa iperscelta di manzo. Vedi sopra ma ancora più selettivi dobbiamo essere.
Avendoceli, due fegadini e durelli son la morte sua.
Vino rosso (Q.b., ma buono, non schifezze)
1 Cipolla bella grossa
2 Carote
1 Sedano verde

Noce moscata, sale, pepe, un po’ di aromi (non tanta roba che se no copre tutto)
Burro
Dadi da brodo
Polpa o sugo di pomodoro (meglio se hai in casa quella della mamma, fatta in estate, se no può andare anche Mutti, ma quella la devi zuccherare un attimo, insomma vedi tu, niente pomì o merda del genere)

Iniziamo. Prima di tutto procurati delle patatine, così riempi un po’ lo stomaco e non ti mangi tutto il ragù mentre lo prepari. Taglia cipolla carote e sedano. Abbonda pure, viene buono, così. Prendi un bel padellone grande, andrebbe bene in ceramica, ma se no va bene anche acciaio (Pericoloso, perchè ci devi stare dietro) o alluminio (Idem).

Butta dentro olio e burro, generosamente entrambi. Attendi che il burro sciolga e getta carote e cipolla. Il sedano io lo faccio appassire un po’ in acqua bollente prima, ma non importa, butta anche quello. Fa imbiondire il tutto, mescolando a fuoco medio-alto – mangia una patatina che ti è venuta fame – imbiondire!! Ziocàn! non carbonizzare. Butta.
Rifai.
Mentre vanno le verdure, spezzetta mooooooolto piccolamente la salsiccia, buttala dentro. Sfrigola? Perfetto! Aggiungi un po’ di vino bianco per sfumare. Sì, lo so che negli ingredienti non c’è, ma in casa ne avrai no!?!?
Fai sfumare e metti mano al macinato. Bisogna condirlo un pochino, non tantissimo, ma un po’ sì. Io ci metto sale, pepe, noce moscata (da grattare) e un pochino di quegli insaporitori per arrosti, ma proprio poco poco. Spezzetta, con le mani, ed inizia a buttare dentro la carne.

Fai andare a fuoco moderato. Mangia una patatina, mentre mescoli e spezzi ancora il macinato. Aggiungi ora il vino rosso. Quanto? Bah, nè poco nè troppo, il giusto. Se vuoi svaccare (tipo Django nel negozio di vestiti) usa l’amarone, come ho fatto io sotto le feste, che il moroso appunto, non m’ha menato solo perchè porto in grembo sua figlia. Ovvio che se usi un bel vino serio, viene meglio.

Fai sfumare, again.

Ora, la carne è quasi cotta, tira fuori la polpa o il sugo di pomodoro (mi raccomando DENSO!!!) ed aggiungilo. Fai andare, sempre mescolando col solito cucchiaio di legnooo, sì, eccheccazzo, tutto vi devo dire? Bon. La carne ha preso colore? deve venire tipo una roba mattone scuro, controlla che ci sia ancora un po’ di liquido, se no si attacca tutto. Se lo senti un po’ poco saporito (può essere) prendi una mezza sbicchierata di brodo, ovvero la scaldi, ci butti dentro un po’ di dado (mezzo basta e avanza) e aggiungi.

Bene. Ora abbassa al minimo minimo la fiamma e fallo andare. Anche per un paio d’ore. Tranqui, non si attacca. Ogni tanto assaggialo, così lo metti a posto di sale, aromi e d eventualmente vino, anche se non dovrebbe essercene bisogno.

Aggiungi una noce di burro, se lo vedi troppo secco.

Assaggialo, soprattutto. Ogni tot, assaggia. Se è andata bene il ragu’ sarà morbido senza essere per niente liquido, gustoso e saporito. Se è andata male non è colpa mia.

ragu

Annunci