Qualche giorno fa una ragazza di 24 anni è stata violentata a Bergamo, la sera tardi. Una tra le centinaia di migliaia, purtroppo. Non entro nel merito dello scalpore destato dalla cosa, uno stupro è una cosa talmente orrenda che non riesco a vederci aggravanti particolari (Lei è incinta, lei è minorenne, lei ha un handicap ecc.).

E’ un crimine ributtante, una violenza barbara e primordiale, che secondo me dovrebbe essere punito con metodi altrettanto barbari e primordiali, ma non di questo… Bla bla bla.

La ragazza in questione, stava andando a prendere la macchina, da sola, a notte fonda. Dichiara che un tipo l’ha seguita per un po’, dopodichè, l’ha violentata, intorno nessuno. Inutile urlare, inutile chiedere aiuto.

Son bastati cinque minuti, per distruggere la vita della ragazza.

La merda in forma umana è stata arrestata. Amen, non che questo cambi di una virgola la situazione della ragazza.

Il procuratore capo di Bergamo, in una intervista, ha detto una cosa che ha creato una levata di scudi e di proteste dal mondo femministpoliticostocazzononhomaifattouncazzoinvitamiaeseescolaseraèsolocolfidanzatomaritoecomunquecertipostinonlifrequento. Ha detto la PRIMA COSA che mi è venuta in mente, quando ho letto la notizia.

Ha detto: “Lo dico con tutto il rammarico, ma sarebbe bene che le donne di sera non uscissero da sole”. E’ la prima cosa che ho pensato. Se quella ragazza fosse stata accompagnata da qualcuno, quella sera, non sarebbe successo niente. Io dopo una cert’ora (e d’inverno anche presto) non vado MAI, MAI in giro da sola.
Non è questione di veteromaschilismo del procuratore, o di resa alla violenza. Anzi, sì. E’ una resa alla violenza, ma è anche l’UNICO consiglio sensato che si possa dare.

E’ giusto, sotto il punto di vista dei principi? Assolutamente no.
E’ un consiglio salvifico in ogni caso. No, nemmeno.
E’ una misura prudenziale, che non costa tantissimo e può salvarti da tante situazioni. Quello sì, cazzo.

Viviamo in un mondo di merda, in un paese di merda. Ci sono tanti stupratori potenziali in giro, tantissimi. Per cultura, perchè lo stupro viene ancora tollerato, perchè E’ COSI’. Merda. E’ così e basta.

Lo so benissimo che è assurdo dire, “Non girate da sole la sera tardi”, ma E’ COSI’. E non c’è nient’altro che si possa fare. Sai quante volte, anche adesso, giro per strada nel pomeriggio, che magari c’è poca luce e mi trovo LA MERDA che mi segue e mi sussurra “Ciao bella…” “Ehi bella” “Vieni bella” e io affretto il passo, cerco di portarmi dove c’è gente e dentro sono terrorizzata. Anche se lo so che alle cinque di pomeriggio, in centro, non mi può succedere niente di grave, che basta urlare e arriva gente, perchè alle cinque di pomeriggio c’è gente in giro. Ma alle quattro di mattina no.

Ma io sono terrorizzata lo stesso e la sensazione è che ti stiano GIA’ usando violenza. Io non ti ho fatto niente, non ti ho nemmeno guardato, che cazzo vuoi da me!? E mi sale una rabbia incontenibile, quando mi passa il terrore, io quel tipo che ti viene dietro e ti dice “Ciao bella”, lo vorrei vedere morto, in una pozza di sangue, con la faccia sfracellata, quello vorrei!

Ma non posso. Non posso perchè sono venti centimetri più bassa di lui, peso dieci Kg di meno, ho meno muscoli, sono meno forte, ho UNA FIGA. La mia figa è un buco, lui ha un cazzo, presumibilmente facile all’erezione e se decide che vuole piantarmelo dentro, lo può fare. E lo farà ed io non potrò fare assolutamente nulla per impedirglielo. A parte lo spray urticante, ok. Ma bisogna avere la prontezza di usarlo.

Quindi non vado in giro da sola, la sera tardi. No, care parlamentari dei miei coglioni. Il procuratore capo ha dato uno dei pochi consigli sensati che si possano dare, per quanto raccapricciante.

Ragazze, cercate di non essere MAI sole la sera tardi. Stop.

E’ un consiglio concreto. Facilmente praticabile. Utile. Le letterine della politicanti sono solo un mucchio di inutili parole, dubito fortemente che servano ad evitare uno stupro.

 

Annunci