Tag

, , ,

C’ho le voglie musicali. Che quelle alimentari evidentemente mi sono venute tutte insieme, visto quanto mangio.

Cioè, se qualcuno (es. Mia zia) mi chiede – “Ma allora, allora, ti son venute le VOGLIE!?!?!” – generalmente rispondo – “Sì, de tutto” – Ma non è per far tacere mia zia, che tanto è un impresa impossibile, mia zia parla continuamente, a raffica, di tutto. Prevalentemente di sè e dei suoi figli, ma non solo. Rispondo così perchè è vero. Mangio QUALSIASI cosa, in quantità abbondanti. Solo i carciofi, no.

Che quando viene mia zia, provo un’ invidia spaventosa nei confronti di Illo, che – non so come faccia!! – riesce, come il Dottor Cox di Scrubs a trasferirsi nel “suo posto felice”, in cui non sente nulla, non partecipa, se non annuendo o sgranando gli occhioni e non sente assolutamente nulla di ciò che viene detto. Fortunato. Io invece no, ascolto, partecipo e sovente mi incazzo pure.

Fotte niente, vero?

Bè, dicevo, c’ho le voglie musicali, io che non ho mai amato particolarmente la musica techno-denz-stikazzi ecc.ecc. ne sto ascoltando un bel po’. Naturalmente ascolto roba vecchia (devo andare per gradi), dall’epoca in cui andavo (raramente) in disco io a molto prima. Segnatamente ascolto molto :
Moby,  mi piace da MO-RI-RE, spero che “Lift me up” sparata a palla dieci-quindici volte di fila, non faccia male al fagiolo, ma non credo, visto che rende felice (e ballerina) la mamma. Per inciso, sai che io ho la mania di quei dieci quindici secondi hce ti fanno impazzire in una canzone, no? Ecco, in LIft me Up, ci sono tutti, tra l’acuto della corista/e e rullo di batteria, a 2 minuti dalla fine,, Aaaaaahhhh, che spetacolo! La stempero con Pocelain, così mi calmo e poi mi sparo il tema di Bourne “Extreme ways” (sì sì, sempre Moby) che mi piace da morire!

Snap, eh, non ci posso fare un cazzo, a me Rythm is a dancer mette allegria RYTHM! Iuchèn fìlit... E poi la Sophie Ellis Baxtor, insomma, la dance che ho sempre snobbato ritenendola fetente, mi piace da morire. Abituati, fagiolo.

Ecco, già che siam qua, qualcuno m’ha chiesto una descrizione minuziosa del mio amato… Mi rendo conto di non rendergli giustizia (ché secondo me è BELLISSIMO, anche se non glielo dico mai) descrivendolo così, ma tant’è: Illo è un po’ una via di mezzo tra Moby e Jason Statham, però con i colori scuri.
Mi spiego meglio, ha gli occhi grandi, scuri e tagliati un po’ a mandorla (un po’ tipo Moby), gli occhiali, una MAGNIFICA pelata (tipo tutti e due), la mascella bella potente (tipo Statham), la barba (tipo tutti e due), ed è grosso (un po’ tipo Statham, ma meno). Grosso nel senso che è così di suo, non è definito o palestrato, è solo pieno di muscoli, fatti bene, sembra (il torso) i manichini che ci sono nei negozi di articoli sportivi e c’ha le gambe che pesano due quintali l’una… Ah, sì, ma l’avevo già scritto. E’ piccolino.

Novità! Nel giro di nonsoquantodipreciso, ma comunque non tanto (sicuramente entro un anno), ce ne andiamo. Tutti, intendo, gatto incluso. Ci trasferiamo in un paese Europeo, noto per la tranquillità, i laghi, le piste da sci, le Scuole. E’ un po’ che la cosa gira per l’aere, ma ora sembra concretizzarsi rapidamente. Alla proposta (un po’ tipo aut-aut, devo dire) ho aderito entusiasticamente, la cosa mi piace.

Sono anche un po’ spaventata, che sembra che cambi tutto proprio adesso, ma va bene così, le cose si affrontano, una per volta e con calma e sangue freddo. Come dice lui. Che dice anche che siamo in due e in due possiamo fare qualsiasi cosa. E ha ragione.

Ora vado a mangiare, che ho fame. Strano eh?!

Annunci