Stare in casa col culo rattoppato non mi esime (almeno ora che sto in piedi) dalle faccende domestiche, diciamo così. Insomma far da mangiare, tenere in ordine, dare una pulita.

Anche perchè se no esco scema. Di tutte queste attività l’unica che mi dia un po’ di pace mentale è far da mangiare, anche se mi devo mettere su uno sgabello colla ciambella sotto il culo per preparare tutto. Quindi, ecco qua la ricettona!!!

Pollo al Curry (circa)

Ingredienti:
– Petto di pollo (quanto? boh, dipende… Facciamo uno)
– Quattro zucchine piccole o tre grandi (ma quelle piccole son più buone)
– Una cipolla (meglio rossa, ma se ce l’hai bianca che cazzo devi fare? Uscire e andare dal verduraro!? Con ‘sto culo? Non se ne parla, va benissimo bianca)
– Mandorle e pinoli (O un pesto di mandorle, se volete)
– Olio, sale, pepe
– Curry in polvere.
– Adele – One and Only, live Itunes, su Ipod o PC, a manetta. In alternativa, Adele – If it hadn’t been for love (Steeldrivers) Meravigliosa, a manetta anche quella.

Preparazione:

Accendi l’ipod, metti su “One and Only”. Piangi un po’, pensa a QUANTO è brava la neo mamma inglese a cantare, cambia traccia, metti su “If It hadn’t been for love”, ti vien da ballare, ma ti fa male il culo. Ferma allora, ascolta e imposta “repeat”.

Siediti sullo sgabello e comincia a tagliare la cipolla, non metterla tutta, se no poi ti si gonfia la panza e col BdC che ti ritrovi è un BEL problema. Mettine mezza. Tagliala a rondelle molto sottili, poi dividi a metà le rondelle, insomma nè a cubetti nè a rondelle. Mettila da parte un attimo. Prendi le zucchine e comincia a farle a fiammifero, Ovvero taglia per il lungo la zucchina a fettine, poi girala e ri-tagliala per il lungo, così vengono fuori.

Attenta alle dita!!! Ci manca solo che ti scanni un indice.

Metti da parte un attimo anche quelle. Prendi una padella abbastanza grande, versa olio (poco). Frantuma pinoli e mandorle, falli tostare un pochino (poco!! Cazzo, non è che debban dare sapore di bruciato, non è quello lo scopo della loro presenza). Fai soffriggere la cipolla, senza che diventi nera, appena bionda, aggiungi le zucchine, sala un po’ e pepa. Fai andare a medio fuoco, mentre inizi a …

Tagliare il petto di pollo a tocchettini. Come sempre si cerca di andare contro-fibra, ma col pollo non è poi così importante. Insomma basta che fai dei cubotti. Togli ovviamente le robacce bianche, che fanno un po’ schifino, tienlo lì un attimo.

Come sono le zucchine? Un po’ smolegate ma ancora riconoscibili? Bene. Aggiungi il trito di mandorle e pinoli (o solo mandorle) un po’ di olio e un po’ di polvere di curry. mescola con un arnese di LEGNO, mi raccomando. Aggiungi il pollo e fai andare. A fuoco… mah, medio, diciamo. Aggiungi ulteriore curry, finchè il polletto non diventa un po’ giallino. Ora è secco, sì lo so, è secco, nessun problema. Aggiungi un pochino (poca!!!) di acqua, un altro po’ di curry? Ma sì, dai.

FAi andare finchè il pollo è cotto, con l’acqua e l’olio avrà fatto un sughino, che farai un po’ addensare, sul fuoco, non troppo se no te lo fumi e addio pollo. Cioè viene secco, una merda.

Pronto!

Sentirai che buono, il curry gli da un po’ di gusto particolare, senza essere troppo piccante, il piatto potrebbe essere accompagnato con una ciotola di riso basmati, come si fa il riso basmati l’ho già scritto quindi non mi ripeto.

L’unico problema è che l’ultima volta che l’ho fatto, subito dopo averlo mangiato m’è venuto un cagotto fulminante, ma poi passa subito. Vuoi che sia stato il pollo al curry!?!?

Ma nooooooooooo…

Annunci