Cosa si fa quando si deve stare una settimana chiusi in casa a cul busoni, rincoglioniti dagli antidolorifici e di umore merdaceo?

Si guardano dei film, oltre a leggere, visto che non ti puoi nemmeno masturbare, fa troppa paura mettere le mani da quelle parti.

Scelgo due film tra gli “n” visti in questi giorni, quelli che mi hanno colpito di piu… Il primo e’ martyrs, strano film, molto molto crudo, intriso di un pessimismo assoluto, crudele, triste e disperato. Nonostante il vestito da horror o addirittura da torture porn ( non c’entra NIENTE con il torture porn) martyrs e’ un film che ti porti dietro per qualche giorno, con un senso di cattivo gusto in bocca, di … Malvagio. Per quanto mi riguarda non fa paura, ha dei difetti di costruzione, e’ diviso in due parti molto diverse tra loro, ma ti fa almeno in parte immedesimare, ti abbandoni anche tu, che guardi, al dolore, all’annichilimento totale.

A me non ha dato fastidio, ma in effetti e’ visivamente piuttosto forte, uno dei film non off piu forti che abbia mai visto.

Recitato bene, fotografato, sempre secondo me, anche meglio, parte come un thriller/horror classico, molto forte, la scena iniziale è fortissima e perfetta, e poi diventa un film diverso, non è un horror e non è assolutamente un torture porn, diventa un film che ha una sua poetica della violenza, del degrado, della malvagità as-so-lu-ta.

Sarò probabilmente malata di mente, ma a me è piaciuto. Un bel po’.

Il secondo film che mi ha colèpito, segnatamente, ieri, stavo già meglio, è La Talpa. Cast incredibile, da Gary Oldman (io AMO quell’uomo) a John Hurt a Colin Firth, a Tom Hardy e tanti altri, uno più bravo dell’altro. Il meno bravo è probabilmente Firth, il che è tutto dire.

Sgombro il campo da dubbi, mi è piaciuto. Mi è piaciuto!?!? E’ uno dei Film più belli che io abbia visto negli ultimi anni, forse da sempre. Ho ADORATO questo film, dal primo minuto all’ultimo, anche col male al culo.

Un film, come un libro, per me deve avere una caratteristica, deve portarmi lì, fare in modo che io sia “dentro” al film, a guardare sì, ma da dentro. LA Talpa ti porta istantaneamente nel 1973, a Londra, grigia, polverosa, umida. I funzionari dell’MI6 sono grigi e polverosi come i loro uffici, sanno di sigarette e abiti troppo usati. Sono tutti ovviamente di mezz età, un po’ stanchi, in disarmo. Non sto qua a raccontare la storia, non ha senso e non serve. Non c’è azione, o quasi, è un film di ambienti, dialoghi, attori straordinari e intrighi. E? un film apparentemente maschile e privo di sentimento, di emozione, invece è proprio il sentimento, l’emozione, l’amore, che lo percorre tutto, a renderlo ancora più straordinario.

Posso dire? E’ un film perfetto. In tutto.

Oldman non ha vinto l’Oscar, probabilmente Dujardin lo meritava, non lo so non ho visto The Artist, so che il suo George Smiley è … incredibile.

Se vi capita guardatelo, è veramente un capolavoro.

Ora mi riposo un po’, guardo DRIVE. Saprò dire…

PS: Non so se l’ho scritto nei commenti, non mi ricordo, comunque DRIVE è un capolavoro. Cioè è bellissimo, spettacolare, commovente. Misterioso e con una colonna sonora della madonna. Bellissimo, meraviglioso, nettamente il meglio visto durante la convalescenza culare. E Gosling è così figo che ogni 45 minuti dovevo uscire a fumarmi una sigaretta per riuscire a reggerlo.

Annunci