Non ho voglia di scrivere nulla di serioimpegnatosensato.

Quindi propongo un simpatico sondaggio:

VOI COME FATE LA CACCA?

Ovvero:

– Nudi o vestiti?
– Mattina, pomeriggio, sera, o quando capita?
– A casa o anche fuori?
– Come state messi? A testa in giù, accovacciati, nella posizione del loto, seduti,…
– Vi lavate sempre il culo? O passate solo la carta igienica?
– Varie ed eventuali.

Comincio io, così do il buon esempio e Tommy è contento che anche oggi si parla di culo… Anche se sono tutti fatti risaputi, dal momento che l’avrò scritto 200.000.000.000 di volte.

Faccio al cacca rigorosamente la mattina, post caffè e sigaretta, pre doccia, completamente nuda, altrimenti mi sento impicciata, anche se faccio la cacca la sera (ogni tanto ho i richiamini) mi spoglio completamente. Faccio la cacca SOLO a casa, oppure, una volta che lavoravo in un ufficio piccolo con il bagno col bidè, la facevo a volte in ufficio, ma solo se non c’era nessuno. Altrimenti me la tengo. Sto messa seduta sul cesso coi piedi su una specie sgabellino davanti a me, così favorisco l’evacuazione. NON spingo mai. Mi lavo sempre il culo dopo averla fatta, tassativo. Non esiste che mi capiti di farla senza lavarmi. Se non c’è il bidè ho due possibilità:

1. Cesso pubblico senza bidè – Non cago.
2. Cesso straniero senza bidè (hotel, appartamenti ecc.) – Mi lavo in doccia o in vasca.

Generalmente leggevo o scrivevo post. Ora non posso più dal momento  che il tipo del BdC mi ha VIETATO permanenze sulla tazza superiori a tre minuti o al tempo strettamente necessario per farla, pulirsi il culo e spostarsi sul bidè.

Voilà!

 

Annunci