Io non sono una FAN del dormire stretti stretti, amanti amanti, abbracciati abbracciati.

Io quando dormo, DORMO. E voglio dormire. Perchè mi piace dormire. Non è che ne abbia bisogno, sì certo, ne ho bisogno come chiunque, ma io proprio provo piacere a dormire. Mentre mi addormento, le rare volte che me ne accorgo, mi rimepio di contentezza, mi sorrido da sola, proprio.

Quindi mi piace dormire. Mi piace dormire, da sola. Dormire in compagnia è cosa che faccio volentieri, data la compagnia, ma comuque non del tutto spontaneamente. Non ci trovo niente di catastrofico a dormire separati.

Poi io dormo come una salma, mi muovo pochissimo e la mattina, dalla mia parte, per rifare il letto basta dare due lisciatine al lenzuolo, tirar su il copriletto, aperto a 45°, ed è fatta. Eh? Di là?! No, dall’altra parte no. Sembra che ci abbiano buttato una granata, dall’altra parte.

E’ che mi piace sentire il suo odore, mettergli le mani addosso, mentre mi addormento.

Ma. Io-voglio-dormire. Quindi, dopo aver patteggiato il “culo contro culo”, tutto andava bene.

Peccato che la luce dei miei occhi, il sole delle mie mattine, il sale della mia vita, il mio Rocco personale, l’orribile cazzone col quale condivido casa, letto e vita, in mezzo a tante belle qualità abbia anche dei difetti. Uno dei quali grave e correlato con quanto sopra.

Russa.

Mica sempre, però ultimamente spesso.

Russa TANTO.

Ma TANTO. Sembra di esser di fianco ad un Fendt 939 Vario, che sgasa. Non si dorme, insomma. Io sono una personcina a modo, quindi in queste occasioni, inizio timida…

– Amore… Amore… stai russando… –
Fendt 939
Gli do un colpettino sulla chiappa… Niente.
– Maaaaaaa!! Stai-Rus-san-do!!! – (a voce un pelìn più alta) –
– Fendt 939

Allora mi incazzo, e inizio a calciarlo, forte. Risultato?
– Fendt 939

Quindi mi super incazzo, mi prendo su, faccio l’offesa e vado a dormire di là. Sul divano. Sbattendo la porta. Vengo accompagnata dall’inconfondibile rombo del…  – Fendt 939-.

Vabè, almeno sul divano mi guardo un po’ di tv – è tornata Giglian!! S’è rifatta le tete e anche qualcos’altro, ma non ho ben capito cosa. L’accento è rimasto lo stesso, invece – e poi mi riaddormenterò. Infatti son lì lì per dormire, Mazinga placido dorme sulla poltrona.

Aaaaaaaaaaaahhhh! Finalmente dormirò, è un po’ scomodo, ma insomma… ci si adatta.

Sto placidamente scivolando nel meritato sonno… uuuuuhhhhh, che meravigliaaaaaahhhhh…

Odo un suono penetrante, giungere da pochi passi… E’ proprio lì, vicino a me

Cazzo anca el GATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma vaincùl!!!!!!

Annunci