Non credo, mai e per nessun motivo alla faccenda del “Folle isolato, povero pazzo”.

Mai. Se capitano certe cose c’è qualcosa che non funziona nella società che genera tali comportamenti. In Norvegia, come negli Stati Uniti, come in Burundi, come in Italia.

Ovviamente è una MIA opinione.

Qualunque sia il motivo per cui è stata messa una bomba davanti ad una scuola. Se è stato un atto di terrorismo organizzato (più o meno organizzato) è una cosa inaccettabile e mostruosa. Se è stato uno stronzo da solo, perchè ha perso il posto e ha dei problemi suoi c’è lo stesso qualcosa che non va nel clima generale che porta una persona a fare una cosa del genere.

Se è stato uno (o più) stronzi che volevano fare una specie di bravata o di atto dimostrativo (e io ci credo poco, ma può essere) che è andato molto oltre le loro intenzioni, è ancora peggio. Perchè vuol dire che c’è gente COSI’ IDIOTA, in giro, da non sapere che due bombole di gas in un cassonetto fanno venire giù una casa. Se vuoi fare una bravata compri quattro raudi e fai un bel botto, magari NON davanti ad una scuola. Se sei così coglione da pensare che l’esplosione di una bombola d gas non faccia vittime, meriti di morire.

E c’è un problema nella società che ti ha educato, perchè manchi completamente di senso della realtà.

Non è che quelli che tiravano i sassi da 15 kili giù dai cavalcavia fossero dei pazzi isolati. No, erano delle teste di cazzo ignoranti come capre, il contesto in cui sono cresciuti HA responsabilità. Eccome, secondo me.

Ecco, tutto lì. Chiunque sia stato, per qualsiasi motivo, mi mette i brividi.

Annunci