Sono d’accordo con un post del blog la 27 ora, del Corrierone.

Tratta dell’annosa questione del “G spot”… C’è. Non c’è. Alcune ce l’hanno (forse), altre invece no. E’ lì, sopra, dentro, sulla sinistra, subito dopo le mensole, a lato della scarpiera… No, no. E’ sotto, sposta i peli, gira intorno al brufolo – cazzo, SPOSTA le piccole labbra!!! – ecco, sali due cm. – NO!! Furbetto, quello è il buco del culo, non ci sono G – Eccolooo!! Trovato? No.

Che.

Due.

Coglioni.

Ccchedduecccoglioniiiiiiii!!!!

Basta, chissenefrega se c’è, non c’è, dov’è qua là su e giù… Bastaaaa! Sembra che sia una specie d caccia al tesoro, un discrimine tra le fortunate che l’han trovato e le povere, tristi, sfigate, che invece niente, condannate ad un esistenza di terribili orgasmi clitoridei (vai a capire…)

Che poi…

Cioè…

Insomma, un orgasmo è una cosa bellissima, devastante, che ti coinvolge completamente, che ti fa rizzare tutti i piedini e perdere un po’ il senso del reale… Chi se ne frega se è arrivato stimolando una specie di chimera o meno!!! Basta che arrivi, non è che la sensazione clitoridea faccia schifo, eh! Va benone!

Piuttosto che star lì a discutere come una massa di COGLIONI e a sentirsi di meno, se non hai mai avuto la sensazione del punto G… Mavainfiga!! (appunto), non lo voglio avere, sto benone così. Che me ne frega! Piuttosto di stare con un tizio (giuro che è VERO!) che siccome aveva letto ‘sta cagata da qualche parte ti fruga la patonza per delle mezzore, come se stesse facendo la caccia al tesoro… Me la faccio cucire!

Ba-sta!

Basta G-spot, chisseneincula, SCOPAMI santiddìo!! Vedrai che botti, altro che punto G.

Annunci