Niente, volevo solo segnalare una lettera, per me meravigliosa, pubblicata dal Corriere Online, la lettera la linko:

http://invisibili.corriere.it/2012/03/09/il-sesso-dei-disabili-e-labbraccio-di-una-madre/

E’ stupefacente come ci siano cose alle quali, davvero, non si pensa, ma che poi se ti ci soffermi un attimo, sono così ovvie… Non ho ancora visto “Quasi amici”, mi son ripromessa di andarlo a vedere presto. Eppure una lettera così, mamme così, una capacità di comprensione e accettazione così grande, che alla fine per me è semplicemente il sunto di quella cosa che viene chiamata “amore”…

Bè, mi fanno piangere come una scema e ridere insieme, chè la scena descritta nella lettera fa ridere tantissimo. E la volontà inarrestabile di questa signora, che lo accompagna, lo aspetta mentre forse corregge i compiti e prende in mano la situazione anche quando tutto diventa quasi grottesco… Bè, insomma è commovente nel senso più bello e più forte che si possa immaginare.

Stop.

PS: Nessuno venga a rompere i coglioni con l’argomento prostituzione. Commenti in tal senso, di qualsiasi tenore, verranno cassati.

Annunci