Tag

, ,

C’è una cosa che mi ha molto colpito della morte di Uìtni Iùsto. La solitudine, assoluta nella quale queste persone, spesso, se ne vanno. Anche Amy Winehouse era sola, anche Kurt Cobain e anche Whitney Houston. Sola, come un cane, in una camera d’albergo.

Mi mette tristezza.

Vabè.

Delle Olimpiadi a Roma invece, pensa un po’, non me ne frega un cazzo. Se esistesse una qualsiasi divinità, sono convinta che senonaltro, contrariamente  a quanto afferma l’organizzazione che si proclama sua portavoce, sia dotata di un ENORME senso dell’umorismo. Me lo vedo io, lì che sghignazza. Di me, ovvio.

Stamattina ho seguito la mia consueta routine, cosa che mi permette di fingere un discreto grado di equilibrio mentale, mi sono alzata, ho dato da mangiare al micio mentre mi facevo il caffè, ho mangiato quattro (sì 4!!! Perchè?) Madeleines molto buone, sono uscita (non fa freddissimo, intorno a -2)  a fumare e sono corsa ovviamente al cesso immediatamente dopo.

1° boutade della suddetta divinità: Mi siedo di corsa, mentre mi cavo tutto quello che ho attorno (canotta e mutande, accappatoio già smollato in corridoio, quando dico che io la mattina corro al cesso, non intendo metaforicamente), mollo un SIGNOR stronzo e … niente carta. Solo il cartone cilindrico che mi fissa triste dal suo alloggiamento. Dov’è la carta?!? Ma ovvio, in cima al mobiletto alto, quello che faccio fatica ad arrivarci salendo sulle punte dei piedi, figuriamoci così. Ok, mi pulisco sommariamente (sì sì, ridi ridi … e poi si lamenta che bestemmio!) con una pagina di Marie-Claire (non sai il male…) e recupero la carta, con cui concludo l’opera, pronta per la doccia!

2° boutade: Niente bagnoschiuma. Mi lavo con lo shampoo da 11 Euri (Ziocan!! Di uno zio-can!), profumerò di parrucchiera.

Lo spiritosone si deve essere acquietato, si vede che ha riso abbastanza, tutto bene fino all’ufficio. Arrivo, capotino, scarpina giusta, sciarpa. Inciampo sull’ultimo gradino dell’ingresso, finisco secca per terra, perdo una scarpina (come Cenerentola) e batto il soave ginocchietto. E le mani. Per fortuna. Se no ci lasciavo i denti.

Mi scappa un PORCATROIA!!!!!!!!!!!! Non so se mi sia scappato altro, credo di no, comunque, te che ridi, sappi che ti ho pensato. Mi sono fatta un male che mi son venuti i lacrimoni, sai quando non riesci a capire se piangere o ridere  e fai Ihihihiiihhhiihiiiiihihihihhiiiiihhhh…. e scendono copiose le lacrime, così.

Naturalmente erano le 8.57, c’erano TUTTI lì attorno.

Oggi è san Valentino, come negli ultimi due anni lo passerò da sola, in casa. Mi piace in realtà, mi è piaciuto moltissimo declinare tutti gli inviti, tutti, per passarlo fuori, con le altre ragazze zingl, con i ragazzi zingl, con chi voleva uscire a cena, con chiunque. Me ne sto a  casa, mi sento col mio amore al telefono, spariamo due cazzate e vado a letto. Figata.

Poi mi masturbo un po’, così, giusto per non farsi mancare niente.

Adele ha vinto tutti i grammy awards del mondo – sì lo so che l’ho già scritto – e ha pianto come una fontana sul palco. E’ bellissima, così cicciotta e felice.

Ergo mi chiedo: Perchè sulle foto ufficiali del sito dei Grammy l’HANNO SMAGRITA COL PHOTOSHOP!?!?!? Ma son cretini o cosa? C’è il video in una pagina, in cui si vede benissimo com’è, poi vai sulle foto e ti sorride una che sarà quindici chili di meno… Ma che cazzo.

Annunci