Ho letto il Corriere onlaìn, come faccio sempre, oggi. Ce l’ho lì, ridotto a icona, ogni tanto alzo e leggo. Oggi mi è venuta la nausea, non riesco proprio ad andare avanti, tra Domniche che lasciano i vestiti nelle cabine dei Capitan Schettini e si prendono sostanzialmente delle puttane (ma sarà vero?!!? Ma non sarebbe il caso di aspettare?) nevicate incredibilmente fuori stagione (Eh!! A febbraio farà mica freddo vero!?!? Oggi qui non è MAI andata sopra -7°, non è morto nessuno, per la cronaca) e ragazzine quattordicenni violentate da coetanei a Verona…

Mi viene da vomitare e non è affatto una metafora, mi viene proprio nausea, in fondo non me ne frega un cazzo nè di Schettino, nè del freddo o dei treni che si inchiodano per il freddo, nè dei diecimila episodi di violenza che tutti i santi giorni accadono in Italia, non me ne frega un cazzo.

E’ che credo di avere una specie di overdose di informazioni INUTILI, di notizie superflue, di cazzate. Di battute del tutto innocue (che contengono un fondo di verità) stigmatizzate, criticate, stepitìììììììììììo della Camusso. Ma che vada affanculo la Camusso, parassita.

Basta.

Annunci