Premessa: Io devo scopare, o in alternativa smettere di girare per i siti porno mentendo con me stessa, dicendomi che lo faccio solo per curiosità per poi ritrovarmi con tre dita nella patata, due nel culo e il copridivano da buttare in lavatrice. Va mica bene così, ne va della mia salute. 

Mi capita di (usu)fruire di materiale porno onlaìn. Così, a volte mi eccito da sola, a volte mi piace guardarmi, diciamo, in giro. Non vado a cercare il porno classico, patinato, tette finte e cazzoni luccicanti e depilati. Non mi interessano le scopate pseudo canoniche o simili, Quella roba lì la faccio io. Mi piacciono le cose inconsuete. O meglio, non tanto consuete. Qualche sera fa ho dedicato tempo e connessione a vedere i siti dei transessuali, tanto per capirci. Ne ho trovata una (perchè è una donna) che mi ha parecchio sconvolto, si chiama

Ashley George.

E’ bella, di una bellezza… bella. Non alta, non palestrata, tette finte ok, ma da poco, prima aveva evidentemente i seni ormonali, un po’ di pancetta, il culo un po’ schiacciato due piedi meravigliosi – che ama mostrare in tutte le salse – un bel viso del tutto femminile e un cazzettino piccino che mi ha mandato fuori di testa. depilato. Non so perchè, son due cose che non piacciono – l’uccello piccolo e il depilato – ma lei mi ha mandato in subbuglio. E’ una donna – vera – col cazzo.

E io son partita.

Siamo in giro, non so dove, io e George, è Estate, fa un caldo assassino e siam vestite leggere, io ho tipo una t-shirt, i jeans e le infradito (smalto blu) lei (lui!?!?) una mini assassina, canottiera e infradito (smalto rosa). Sudiamo. Lei è proprio bella, parliamo di qualcosa, ma io, in tutta sicnerità non ho la più pallida idea di che cosa, vedo solo le gambe, la pancetta e la pelle, e quei piedi meravigliosi. George ha un odore… Mah, strano. Buono, ma non è nè odore di uomo (sotto il profumo, beninteso) nè di donna. E’ dolciastro, come quello di una donna, ma è più intenso. Mi palpa il culo.

Ricambio. Marmo. Il mio non è così, no, no, no. Lei ha piedi grandi e … insomma mi dico, è una bella ragazza, punto. Smettila con ‘sti pregiudizi. E’ bella, sa di buono, ogni tanto mi accarezza, mentre siamo fuori, sembriamo proprio due amiche. E ha questo odore… Bà.

Dentro, non so dove, soggiorno, tipo il mio, luce, luce, luce. Un divano chiaro – tipo il mio, già, che coincidenza! – grande come il Belgio, io scalza, maglietta e mutande, i jeans dio sa dove sono, mi dan fastidio. Lei come prima, dondola le ciabattine e mi massaggia il collo. Mani forti. Ma lisce e delicate. Unghie bellissime. I piedi poggiati sulle mie cosce, ipnotici. Lo so, on si dovrebbe scrivere, ma cazzo è così! Mi piacciono da morire, mi ritrovo a chiedermi come saranno… Morbidi? Neutri o puzzolenti? Abbiamo camminato, i miei si sentono, niente di sgradevole (oddìo, per me almeno!!) ma si sentono, i suoi non mi pare, ma non capisco più un cazzo. Troppo bello il massaggio, troppo bello tutto, le sfioro i piedini piano piano, ha delle gambe che io me le sogno. Muscoli puri. Gradisce.

Sì, sì continua, è che devo andar via per lavoro, ziocan. 

Ah, è questa qua:

Annunci