Ancora qua,

mi son cambiata d’abito, oggi sfoggio un maglione grigio (quello con la faccia di BB), leggings grigi chiari, anfibi neri. Per la cronaca. Ieri sera s’è mangiato parecchio e bevuto di più, ma sono riuscita a mantenere un certo aplomb, niente rutti a tavola, niente risate sguaiate, niente battute eccessive.

Per la cronaca oggi ho un giro di panza preoccupante, soprattutto per chi mi sta vicino. Sono già andata ben due volte al bagno a scoreggiare.

Oggi abbiamo animato un workshop, tutti e tre dietro la scrivania. Io ho sorriso molto. Ho anche detto “Guten Tag”, “Buongiorno”, Nice to meet You”, parecchie volte, devo dire. Ho cambiato le slides e annuito un bel po’. E ho illustrato alcuni dei nostri servizi, senza dire cazzate.

Poi mi sono rotta le balle e sono andata a fumarmi una bella cicchetta. Senza cappotto, a  momenti muoio. Ho tutta la colazione che naviga serena all’interno del mio stomachino, subito sotto ogni tanto sento dei colpi sordi, tipo terremoto e dei brutti rumori (brummglhhllllll….). Speriamo bene.

Ho fatto una scoperta brutta e una bella ieri sera. Quella brutta è che con le ballerine macilente ed i collant mi puzzano i piedi. Amen, me li son lavati benebenebene ed ho risolto. Quella bella è che i miei colleghi mi apprezzano per quel che sono. Una bella figa, a loro dire (non del capo, ovvio, dell’altro).

Lo avrei ammazzato, poi m’ha detto che scherzava.

Basta, torno a lavorare.

Annunci