Che.

Coglioni.

Uffa basta, una non può nemmeno gioire in santa pace di certe cadute, che subito arriva lo Sprèd! Zacchete! Ero lì, tuta tranquila, che mi guardavo le scenette di sabato sera (com’era liiviiiiiiiiidooooo…) mi alzo un attimo per andare a prendere una bibita, zac! un male terribile al sedere!

Che sarà mai?

E’ lo sprèd, mi dicono. Fa male! Ribatto. Cazzi tuoi, dicono. Ora son qua che giro tutta attenta, che non sia mai mi si re-infili nel culo, lo sprèd.

Insomma, è arrivato M&M’s.  il Berlusca è andato via, per ora. Bene, io personalmente ne sono felice. Non tanto di m&m’s, che non mi frega, ha proprio la faccia da burocrate dell’UE, quanto per i pesci in faccia al cialtrone. Non so se cambierà qualcosa, la sensazione è che no, ma insomma, anche ‘sti ROMPICOGLIONI di investitori europei…. Potete mica stare tranquilli!?!?!

Lo sprèd fa male, sapete?

E poi… Insomma, tutta ‘sta rottura di palle del debito e manca Cassa e i soldi non ci sono… E lo Ssssstato deve pagare, e non c’ha i soldi… Maccheccazzo!!! E’ mica lo stato che li stampa i Soldi? No? E’ la BCE adesso? E che ne stampi, cazzo!!!! Mettiamo in circolo un SACCO di euri, ce ne fottiamo dell’inflazione, gli Stati nazionalizzano le banche e ne assorbiscono la merda. Eh, ma gli investitori…. Cazzi loro. Chi ha perso ha perso. tutti quelli che hanno investito oltre 150.000 euri in titoli merda perderanno l’eccedenza. Se non erano consapevoli del rischio. Se erano consapevoli, in cul.

E basta! Non voglio più sentir parlare di sprèd, vado a rifarmi le unghie. Orvuàr.

Annunci