Ancora 20 giorni poi… si ricomincia.

L’8 dicembre è (per la sottoscritta) l’apertura ufficiale della stagione invernale. Insomma si va a sciare. Ne ho voglia? Mhmmm… insomma… Hai presente una che aspetta per otto mesi che finalmente arrivi un momento? Ecco. Quella sono io.

Da Maggio a ottobre mi dimentico (quasi) che esistano gli sci, stanno giù, in garage, dormono appoggiati al muro, vicino a loro gli scarponi (rossi), anche loro addormentati e bellamente ignorati dalla sottoscritta. In estate può addirittura succedere che mettendo via della roba trovi il casco da sci in armadio e … lo ignori del tutto, come fosse un’oggetto altrui.

Poi a Ottobre succede qualcosa. Probabilmente ha a che fare con l’accorciamento delle giornate, con il fatto che l’aria è più freschina, la mattina punge un po’. Con l’odore che prende l’aria, quando fa freddino. Mi viene un prurito. Una specie di impazienza. Guardo gli sci tutte le volte che vado a prendere la macchina, controllo che ci siano ancora gli scarponi, mi ricordo a cosa servono.

Li porto in casa. Perchè? Così, per averli più vicini…. Li spolvero, cavo le scarpette (nooo, non puzzano) rimetto tutto a posto, controllo i ganci, me li provo. Scomodi.

Scomodi?!? Lo stivaletto malese, sembrano!!! Rigidi. Flex 120. Chetàcagà. Quello che me li ha venduti, due anni fa, mi deve aver preso davvero per la Paerson … – Maaaa, tu come sciii? – Bene – Eh, maaaaa (non so perchè strascicasse le vocali, ma è vero, giuro) beeeneeee quantooooo? – Bene, bene. Scio da quando ho quattro anni, sempre sciato, imparato da maestro, fatta TANTA scaletta, vengo giù dalla Gran Risa senza “Eccessive” difficoltà – Ah bèèèèèèè, allooooraaaa … Questiiiiii – Eh? – Queeestiiiii- No. – ?!?!?-

Non voglio i Lange. No. As-so-lu-ta-men-te no.

– !?!? – Maaaaaaaa… – Quelli lì, quelli lì, mi piacciono DOBERMANN!!!! Figata. Devono essere aggressivi!

E questi furono.

Sì, lo sono aggressivi, sui miei piedini, cazzo. Quindi me li provo, li stringo (poco) e ci vado in giro per casa, facendo attenzione a non fare troppo casino. ma tanto chi se ne frega, il tipo sotto è un dirigente, sempre via.

Allora mi metto in casa (da metà ottobre, di solito), col pigiama (o direttamente in mutande), calze da sci, scarponi, T-shirt. E faccio le mie cose, cucino, metto a posto, tutto. Mazi non è che mi ami particolarmente, quando ho gli scarponi, ma mi teme e mi sta alla larga. E’ abituato.

Verso novembre invece tiro fuori i guanti e il casco. Il casco me lo provo poco, perchè mi sento TROPPO cretina, col casco in testa. I guanti invece me li struscio proprio, li metto, li rimiro tutti, me li giro e me li guardo, ci metto tutta la loro cremina protettiva e me li annuso che la pelle a me piace DA MORIRE. C’ho un paio di guanti che costano come un paio di sci, quasi. Li amo troppo.

E da allora è tutto un friggere fino all’8. Daidaidaidai daiiiiiii… Che si va.

Io l’8 vado a sciare, voi?

 

 

Annunci