Mi alzo, ho freddo, se mi fossi messa la ciabatte? Meglio, magari.

Anche indossare le mutande, invece che folleggiare pelo al vento per casa, potrebbe in parte risolvere. Buio. Tutto tace. Nooooo, no, no. Sto troppo bene sotto il piumone. Torno. Son le cinqueetrequarti, presto.

Sono stesa, supina, gambe larghe. Il piumone mi sfiora i peli sul monte di venere. Mzzzzzzzzz… Buona tu! Che non ce n’è. Niente. Come se vibrasse. Ho la figa gonfia, quasi. Sogni strani? Saperlo. Non me li ricordo, mai. Passo rapida con le dita, a verificare.

Il lago di Garda. Ci ha anche le montagne intorno, che io ho la figa … esuberante, diciamo. Nello specifico ho le piccole labbra più grandi delle grandi, quindi fuoriescono. Tutto un umidiccio… Viscoso. Peli impregnati, fanno una specie di grumetto biondo.

Stop!!!!!!! Ferma lì! Che sono le cinqueecinquanta, devo dormire!! Rumorini da di là… Sta andando in bagno. Ho i piedi sudati, lo sento, sotto il piumone, li sfrego. Sono caldini, le cosce bollenti, il naso… freddo.

Sotto.

Sotto c’è caldo, c’è un odore di me, non è mica puzza, ieri mi son fatta la doccia prima di dormire, è come se sotto ci fossero otto/nove annelaure, scaldate. Con otto/nove fighe, otto/nove buchi del sedere, sedici/diciotto piedini e sedici/diciotto sottotetta e ascelle… Io, niente puzza, solo io alla seconda.

Piacevole. Sa di bambina. Come quando facevo la grotta sotto le coperte e mi sembrava di essere al riparo da tutto. Ho sonno e sonno e sonno, ma non riesco a girarmi dalla parte giusta… Mi serve il mio feticcio. La tua maglia e le tue mut… NO! Solo la maglia. No, neanche quella, se no domattina mi sveglio con la figa in fiamme.

Niente feticcio. Solo poco poco, un’annusatina, una ricarica. Così mi rassereno e dormo. Mi rannicchio… Uooops! Pancia gonfia. Beh, però… Che soddisfazione!

Fuori piove, forte, si sente da qua, buio. Freddo e piuttosto di alzarmi tra un’ora mi farei inculare. Mi giro? Sììì, dai pianino pianino…. Dai che ci siamoooooohhhhh.

Bonne nuit.

Annunci