Vorrei qualcuno che mi prendesse per mano e mi dicesse cosa devo fare, come devo comportarmi, come vestirmi, cosa dire e non dire, tutto.

Vorrei rilassarmi, pensare che va tutto bene, sapere che anche se non è vero non importa, perchè c’è qualcuno che mi terrà su. Vorrei contare su due spalle larghe, molto più larghe delle mie, appoggiarmici sopra e dormirci la sera, sul divano. Coi piedi sotto il sedere e la bavetta. Vorrei smetterla di stare in ansia perchè NON SO COME FARE, anche se lo so come fare, mi basterebbe qualcuno che mi prenda la faccia e mi guardi negli occhi e mi dica: “Lo sai benissimo come fare, smettila di rompere i coglioni e fallo”, vorrei essere più “leggera”, riuscire a prendere le cose meno sul serio.

Vorrei avere qualcuno che mi aspetta la sera, o aspettare io qualcuno, fargli da mangiare, anche se sono stanca morta, devastata e distrutta. Vorrei che qualcuno mi facesse da mangiare, vorrei scambiare due chiacchiere, o anche no, star zitta e basta, ma sentire. Vorrei fare lavatrici di calzini e mutande. Non mie. Vorrei te.

Perchè tutte queste cose le ho. Ma mi mancano da impazzire. Perchè non le ho. Potrei averle, ma non le ho.

Vorrei che mi facessi il beverone contro il raffreddore, sentire le maledizioni e le bestemmie perchè ho la febbre, i rimproveri perchè, anche se ho la febbre, vado in ufficio, pensare che anche se ho la testa come un pallone non importa, che mi fai il massaggino alle tempie e se mi scappa una scoreggetta mi prenderai per il culo per un quarto d’ora.

Vorrei mettermi a cucinare a culo nudo e sentire una MANO che me lo palpa, non le unghiette di Mazinga… Pensare che se sono a casa posso mettermi nuda correre per casa e FARMI SCOPARE! Sapere che interesso a qualcuno, sapere che se faccio così c’è uno in casa a cui – hop! – si rizza l’uccello… Sapere che posso farlo, che posso prenderlo in mano, in bocca, che c’è. Tutte le volte che voglio.

Che non ne posso più.

Vorrei sapere che ci sei. Lo so che ci sei, ma vorrei che fossimo insieme, che litigassimo faccia a faccia, vorrei parlarti, vorrei sparare cazzate, vorrei toccarti vorrei sentire l’odore, la con-sis-sten-za di te, ho bisogno di quelle cose. Ne ho bisogno. Come dell’aria.

Voglio che tu mi tenga stretta, che mi mandi affanculo, che mi entri al cesso mentre piscio, che mi metta in disordine le mie cose, voglio pensarti senza nostalgia, voglio che NON MI VENGA l’ansia se ti penso, che il pensiero immediato è “quand’è che ci vedremo?” Voglio essere stufa di averti intorno.

Voglio allungare i piedi di notte e sentire la tua gamba, voglio metterti le mani sull’uccello e le palle di notte, voglio darci i bacini la mattina e assaggiarlo un po’ e poi alzarmi e mollarti lì… He he. Voglio farti la colazione.

Voglio sentire qualcuno che ride quando sono al cesso che faccio i miei rumori.

Voglio noi. Voglio me e te.

Non ne posso più. Voglio noi, è la sola cosa che davvero voglio.

Lo sai, non me ne frega un cazzo di tutto il resto, di tutto e tutti, non me ne frega niente, voglio te.

E basta. Perchè sei tutto quello di cui ho bisogno. Perchè sei il mio giorno e la mia notte, perchè ti amo così tanto, ma così tanto… Che mi spaventa.

Annunci