Dico la mia

E vi frego!!

Perchè parlo di F1. Siccome so bene che al 98% dei pochissimi che ancora resistono a leggere le mie cazzate, di cotanto argomento frega meno di un cazzo … Vabbè, fatevene una ragione.

Il Mondiale è finito ieri e quindi per un bel pezzo non se parlerà più, o almeno io, ok? La F1 rimane il mio sport (sport???) preferito da divano, mi rilassa, mi interessa, mi appassiona, ancora, sì, ancora, nonostante tutta la merda che c’è attorno, nonostante le regole, le gomme, le PU elettriche e quant’altro.

Ha vinto – se qualcuno sentisse il bisogno forte di avere tale informazione – Nico Rosberg, figlio di Kejo, detto Keke, un figo della madonna, come dicevo qui . Dal babbo, campione anche lui, ha preso una certa fisionomia, un certo talento e … basta. Nel senso che quanto Keke era fuori come un balcone, tanto Nico sembra sereno, tranquillo, dedito alla professione. E però, CAZZO, attenzione a dire o scrivere come han fatto in tantissimi che Nico valeva un cazzo rispetto ad Hamilton.

Attenzione perchè Rosberg, signori miei sul giro secco è velocissimo, spesso pari ad Hamilton, a volte anche più veloce. Perchè a livello di gestione della gara e di un campionato, quest’anno si è rivelato moooolto più brillante del compagno. Perchè se è vero che guida la macchina di gran lunga migliore, è anche vero che ha battuto Hamilton, più di una volta (se un pilota parte dalla pole e sbaglia la partenza e alla fine arriva dietro, è-stato-battuto, chiaro? Partire fa parte della corsa, esattamente come le sportellate in sorpasso). Perchè se è vero che alle volte le ha prese dal regazzino Verstappen, è vero che anche Hamilton dal regazzino Verstappen le ha prese (Suzuka).

Quindi Rosberg ha vinto con tutti gli onori e tutti i meriti.

Dopodichè… Bè, la F1 sta diventando una merda insopportabile. Quindi mi pregio di elargire a Bernie e al nuovo baffone padrone della F1, che essendo ammmerigano non ne capisce’n cazzo, i miei preziosissimi consigli:

  1. Gomme. Facile, una mescola per l’asciutto, due per il bagnato Intermedie e Monsoooon (c’erano soquanti anni fa, mi piace troppo il nome, mi fa pensare a tsunami d’acqua sulla pista). C’è chi si trova male con le gomme unamescola sull’asciutto? Cazzi suoi, la gara dopo magari si trova bene.
  2. Si parte da fermi. Da fermi! Sem-pre!!! Piove fortissimo e si vede un cazzo ed è pericolosissimo? Vorrà dire che si aspetta che spiova un po’. La partenze in safety car non si possono vedere. Lauda docet: Se piove troppo puoi sempre evitare di correre.
  3. Warm up la mattina prima della gara e possibilità di modificare le macchine. Checcazzo! Possibile che se il sabato diluvia ed il giorno dopo c’è un caldo becco (o viceversa) non si possano risettare macchine che han più ali di un 747!?! Ma daiii!
  4. Sessioni di test durante l’anno. Eh, ma i piccoli team, poveretti… SI FOTTANO!!! Se non hanno soldi per stare in Formula 1 che vadano in F3.
  5. Basta con le puttanate delle sanzioni per i piloti. Per carità, se uno frena di botto in rettilineo spostandosi da una parte, ok, sanzione. Ma se ci si supera ci si supera. Non puoi dover stare attento anche a non sfiorare l’altra macchina a 260 all’ora mentre lo superi, se no ti danno 10 secondi … e vaffanculo!!!
  6. Via il DRS. Che si superino in staccata, cazzo. E’ inguardabile vedere due F1 che si superano come si fa in autostrada, freccia fuori, io vado 40Km/h più di te, fammi spazio grazie.
  7. Lasciateli correre. lasciategli fare il loro cazzo di mestiere. Non è una regola, è una speranza. Dai muretti dei box … basta! Basta dirgli che devono fare un determinato tempo in un determinato settore, che devono scaldar le gomme, far passare sailcazzo chi, basta! Leave me alone, I know what I’m doing!
  8. Eliminiamo certe piste dimmerda. Voglio dire, se ci pensi le uniche gare decenti son quelle corse su tracciati vecchi, pericolosi, obsoleti. Ottimo! Recuperiamoli tutti. E corriamo solo lì. Silverstone, Spa, Imola, Monaco, Suzuka… Ce ne sarebbero altri (Paul Ricard, Zandvoort, io li farei correre anche a Le Mans ). Rettilinei infiniti e frenate violentissime. Voilà.
  9. A me (ma è gusto personale) mancano le pubblicità delle sigarette…. Cioè la Mclaren ERA Marlboro, la Williams Camel e Rothmans, quanto eran belle le macchine? Mi piace l’idea della Renault GIALLA, come prima che io venissi al mondo, recuperiamole quelle cose, cazzo!! La Mini e la 500 non insegnano niente?
  10. I numeri. I numeridigaraporcatroia. Basta con ‘ste cagate del 44 a Hamilton campione del mondo, il 14 di Alonso, il … boh non lo so non si capisce un cazzo. Il campione del mondo si becca l’1. Punto, stop. Il compagno il 2. E basta!! E via così. Qualcuno sa i numeri di gara delle due Ferrari oggi? Pochi, vero? E vent’anni fa? Tutti!! 27 e 28. Eccheccazzo.

Ecco, per il bonifico, Bernie, ti faccio sapere le coordinate asap. Ok?